+39 338 886 6755 Contattaci
società sportiva dilettantistica
Società Sportiva Dilettantistica: cos’è e come funziona

L’attività sportiva a livello dilettantistico, che in Italia ha un ruolo centrale e che svolge un’importante funzione nella promozione e nella pratica dello sport, ha come protagoniste due realtà principale: le ASD, Associazioni Sportive Dilettantistiche, e le SSD, Società Sportive Dilettantistiche. Le prime sono le più diffuse e delle loro caratteristiche e del loro funzionamento ci siamo occupati nell’articolo Cos'è e come funziona un'associazione sportiva dilettantistica. Qui approfondiamo invece il tema delle Società Sportive Dilettantistiche.

La Società Sportiva Dilettantistica

La Società Sportiva Dilettantistica è una realtà che opera senza scopo di lucro e che può essere costituita nella forma di società di capitali o in quella di società cooperativa. Come la ASD, anche la SSD beneficia di un regime fiscale agevolato. La SSD deve avere uno Statuto che deve indicare le informazioni fondamentali che la riguardano, tra queste la denominazione - contenente la definizione di società sportiva dilettantistica - la sede o domicilio, l’oggetto sociale che fa riferimento alle attività svolte compresa quella didattica, l’assenza di fini di lucro e, in generale, gli obblighi ai quali la società è sottoposta e le regole di funzionamento, compresa l’attribuzione della rappresentanza legale.
Le Società Sportive Dilettantistiche possono essere costituite appunto secondo due modalità prevalenti: sotto forma di società di capitali oppure in forma di società cooperativa. La scelta va effettuata in base al tipo di attività che si andrà a svolgere, soprattutto in riferimento agli aspetti finanziari della stessa. La Società Sportiva Dilettantistica deve iscriversi presso l’apposito Registro tenuto dal CONI, un passaggio particolarmente importante in quanto necessario per confermare definitivamente "il riconoscimento ai fini sportivi" delle SSD. Prima di effettuare l’iscrizione al CONI le società devono essere già affiliate alle Federazioni Sportive Nazionali, alle Discipline Sportive Associate o agli Enti di Promozione Sportiva. Le società, proprio come le associazioni, iscritte al Registro saranno inserite nell'elenco che il CONI, ogni anno, deve trasmettere Ministero delle Finanze e in particolare all’Agenzia delle Entrate. È proprio l’Agenzia delle Entrate che verifica i presupposti per l’ammissione ai benefici di carattere fiscale.
Il funzionamento di una SSD prevede di solito la presenza di un organo direttivo e può avvalersi di personale retribuito e di volontari per lo svolgimento delle proprie attività legate allo sport dilettantistico.